via Piave 4 - 00015 Monterotondo (RM) +39 328 310 88 03 info@armandofiocchetta.it

Agevolazioni 2021 - CREDITO D’IMPOSTA BENI STRUMENTALI 4.0

Prorogati e rafforzati i crediti di imposta del Piano Nazionale Transizione 4.0.
Credito di imposta per investimenti in beni strumentali: per gli investimenti in beni strumentali nuovi effettuati dal 16.11.2020 al 2022 (con termine entro il 30.06.2023) è previsto un nuovo credito di imposta:
• Il credito di imposta per beni ordinari ex superammortamento, relativo agli investimenti in beni materiali e immateriali strumentali nuovi non 4.0 è riconosciuto, per gli investimenti effettuati dal 16.11.2020 al 31.12.2021 nella misura del 10% del costo (15% per gli investimenti nel lavoro agile) e nel limite massimo di costi ammissibili pari a 2 milioni di euro. Per gli investimenti effettuati nel 2022, nella misura del 6% del costo nel limite massimo di costi pari a 2 milioni di euro;
• Il credito di imposta per investimenti in beni materiali strumentali 4.0 compresi nell’allegato A alla L. 232/2016, è riconosciuto alle imprese per gli investimenti effettuati dal 16.11.20 al 31.12.21 nella misura del 50% per la quota di investimenti fino a 2.5 milioni di euro, del 30% per gli investimenti tra 2.5 e 10 milioni di euro e del 10% per gli investimenti tra 10 e 20 milioni di euro. Per gli investimenti effettuati nel 2022 le percentuali variano rispettivamente al 40%, 20% e 10%;
• Per gli investimenti relativi a beni immateriali strumentali compresi nell’allegato B alla L. 232/2016, il credito di imposta è riconosciuto per tutto il periodo agevolato nella misura del 20% del costo nel limite massimo di costi ammissibili pari a 1 milione di euro.
Il credito è utilizzabile in compensazione (modello F24) in tre quote annuali di pari importo a decorrere dall’anno di entrata in funzione del bene o a decorrere dall’anno di interconnessione. Per i soggetti con ricavi o compensi inferiori a 5 milioni di euro che hanno effettuato investimenti in beni materiali e immateriali ordinari dal 16.11.2020 al 31.12.2020 spetta in un’unica quota annuale.